fbpx

Archivio mensile Luglio 2018

Disempre+light

Le regole dell’Abbronzatura

Le basi per una sana e bella Abbronzature

Prima di ogni altra cosa è importante fare chiarezza sull’abbronzatura. E per farlo partiamo da una situazione ideale che ha le seguenti caratteristiche:

Durata

Perché l’abbronzatura possa durare nel tempo ci vuole tanta pazienza.

Se ci esponiamo al sole un po’ alla volta prima di tutto non rischiamo di stressare troppo la nostra pelle, e in secondo luogo non roviniamo la nostra abbronzatura. Ne risulterà una pelle idratata, e non secca con successive antiestetiche spellature.

Abbronzatura perfetta con le lampade

Per chi ha poco tempo, e vuole arrivare al mare senza dover aspettare troppo si possono accorciare le pause dall’esposizione solare con le lampade che sono un’ottima soluzione.

Come per l’esposizione al sole, anche per le lampade occorre rispettare delle regole

Prima di tutto le lampade devono essere a norma e il centro professionale, è importante rimuovere il make-up e non avere profumo addosso. Utilizzo gli occhialini per proteggere gli occhi e togli le lenti a contatto. Metti una protezione solare, massima se ti esponi per la prima volta e soprattutto se hai la pelle chiara.

segui un programma di abbronzatura, meglio se deciso con i professionisti del centro a cui ti sei rivolta;

se sei incinta, evita la lampada. Come per il sole non esagerare per non stressare troppo la pelle.

Programmazione

Il modo migliore per avere una bella abbronzatura che duri nel tempo, è farsi un programma per l’esposizione graduale al sole.

Fatti un calendario, segnando le date in cui sai che potrai andare al mare o in piscina.

Acquista creme solari con protezioni solari da massima a minima in modo decrescente, e decidi di stare al sole nelle ore meno calde in  modo crescente.

Il tuo fototipo è fondamentale e in base a quello decidi la tua protezione minima. Chiedi ai professionisti del settore, sapranno indicarti la scelta migliore per te.

Fai uno scrub corpo completo qualche giorno prima di andare al sole, eliminando le cellule morte la tua pelle sarà pronta ad accogliere i raggi solari. Non farlo subito prima dell’esposizione per lasciare che la pelle si reidrati. Se lo fai nel centro estetico l’estetista saprà darti tutte le indicazioni del caso.

PRENOTA UNA CONSULENZA GRATUITA

Abbronzatura per chi ha la pelle chiara

Le raccomandazioni sono le stessa ma se la tua pelle è chiara dovrai prestare maggiore attenzione. Dovrai mettere la crema più spesso e ti consigliamo di utilizzare capelli ed occhiali per proteggere la testa, il viso e gli occhi. Usa abbondantemente la crema doposole e ricorda sempre di esporti al sole per poco tempo, gradualmente.

Sole_Sulla_Spiaggia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Guida all’esposizione al sole

  • Eseguire uno scrub almeno 24 ore prima dell’esposizione
  • Depilarsi con qualsiasi mezzo almeno 24 ore prima
  • Non esporsi col make-up o con profumi
  • Mettere una crema massima protezione almeno 30 minuti prima di andare al sole
  • evitare gli orari in cui il sole è a picco e i raggi UVA e UVB raggiungono la maggiore intensità, dalle 11 circa fino alle 16
  • usate cappelli e proteggete anche capelli e labbra
  • bevete molta acqua e idratate bene la pelle
  • mettere la crema ogni 20 minuti e dopo il bagno
  • utilizzare sempre il doposole per idratare la pelle dopo il sole
  • mangiare molta frutta e verdura
  • preferiamo il pesce alla carne
  • integriamo col beta carotene

 

Macchie solari viso e corpo, come prevenirle e combatterle

È bello abbronzarsi ma bisogna fare molta attenzione: il sole può essere un nostro alleato, ma al tempo stesso un vero e proprio nemico se non preso con le giuste precauzioni. Le macchie solari sono una delle conseguenze più visibili, soprattutto quando si esagera con l’esposizione solare e soprattutto lo si fa senza proteggersi con le creme solari. Insomma, non è mai troppo presto per usare la protezione anche quando la pelle è olivastra, questo non vuol dire che sia immune da macchie o altri problemi della pelle. Se hai già delle macchie, leggi il nostro articolo su questo argomento.

Buona estate 🙂

Disempre+light

Le Macchie del Viso

Si possono combattere le Macchie del Viso?

Un eccesso localizzato di Melanina causa macchie sul viso. Queste discromie cutanee possono avere un estensione variabile ed essere più o meno scure rispetto alla normale tonalità cromatica della pelle.

Perché vengono?

Il sole può essere la causa della loro comparsa, sia come predisposizione sia per effetto indotto da fattori irritativi come una dermatite pigmentaria, oppure come conseguenza di ustioni solari ripetute.

Anche la gravidanza può causare un iper pigmentazione, e quindi macchie dovute ad un eccesso di melanina localizzato per causa ormonale.

Il colore della pelle è il risultato di una sottile miscela di pigmenti di melanina

prodotta da cellule specializzate, i melanociti

+  Nella pelle i melanociti sono localizzati nello strato più basso dell’epidermide e nelbulbo del capello

+  La Melanogenesi è il termine che identifica il meccanismo che porta alla sintesi della  melanina, che avviene all’interno di un organello intracitoplasmatico chiamato  melanosoma

+  Vengono prodotte due famiglie di melanina:

Eumelanina: di colore marrone o nero

Feomelanina: di colore giallo o arancio-rosso che è meno foto resistente

+  Sono stati identificati tre enzimi chiave della melanogenesi: tirosinasi e proteine  correlate con tirosinasi 1 e 2

Numerosi fattori di regolazione della melanogenesi sono stati identificati (Radiazioni  UV, ormoni melanotropici, stress ossidativo, ecc)

+  Questi fattori possono avere influenze interne od esterne: fisico, genetico, ormonale  e ambientale

+  La comunità scientifica ha analizzato i meccanismi di segnalazione cellulare che  sono direttamente o indirettamente coinvolti nella melanogenesi

+  Queste recenti scoperte hanno consentito di identificare numerosi potenziali bersagli da  colpire per potenziare e costruire terapie efficaci verso l’iperpigmentazione cutanea

Ci sono due tipi di macchie:

Quelle prodotte dalla ossidazione delle tossine nel derma. Sono molto facili da  rimuovere attraverso l’uso di scrub e una detersione quotidiana del viso. Anche se si  trovassero in strati profondi della pelle possiamo usare degli agenti drenanti per  eliminarle

Quelle prodotte dall’iperpigmentazione. Sono molto più difficili da trattare poiché  hanno un’origine melanica e sono provocate da fattori multipli in particolar modo la  sovraesposizione solare. L’incidenza del sole, oltre che alla produzione di vitamina D  (che aiuta a fissare il calcio nelle ossa ed è un antidepressivo naturale), genera  radicali liberi, che attaccano la pelle, causando un malfunzionamento a livello  cellulare che porta alla formazione del melasma e delle lentigo solari. Queste  macchie influenzano lo strato superficiale della pelle ed il suo aspetto e  rappresentano un primo segnale visibile di invecchiamento del viso.

Cosa si può fare

Prima di qualsiasi altra cura, ti consigliamo di rivolgerti ad un dermatologo che faccia la giusta diagnosi.

Noi ti proponiamo:

SPOT OUT – trattamento depigmentante

Lo Spot Out rimuove o minimizza le  macchie di origine melanica inibendo il  processo della melanogenesi,  modulando la produzione di melanina  per un lungo periodo di tempo mentre la desquamazione dello strato  corneo ed il lavoro dei macrofagi,  trascinano via i depositi di melanina.

Grazie alla sinergia tra i suoi preziosi attivi, minimizza e riduce l’intensità delle discromie cutanee, uniforma l’incarnato, rendendolo omogeneo e luminoso, e dona uno straordinario effetto anti-age globale, a prescindere dall’età.

Caratteristiche:

➡ Azione depigmentante globale

➡ Efficacia contro tutti i tipi di  iperpigmentazioni di origine melanicamelasma, macchie d’età, cloasma, macchie  solari, etc.

➡ Valido in  qualsiasi periodo dell’anno (preferibile periodo autunnale-invernale).

➡ Si  raccomanda di utilizzare una crema di  protezione solare con fattore SPF 50+ per  contrastare l’esposizione solare ed evitare  la ricomparsa delle macchie

➡ Viene anche utilizzato per ridurre i segni  visibili dell’invecchiamento cutaneo

Il programma Spot Out influenza i  melanociti in tutte quelle aree dove  ha avuto inizio una over produzione di  melanina

Lo Spot Out rimuove o minimizza le  macchie di origine melanica inibendo il  processo della melanogenesi,  modulando la produzione di melanina  per un lungo periodo di tempo mentre la desquamazione dello strato  corneo ed il lavoro dei macrofagi,  trascinano via i depositi di melanina

Come Funziona

SPOT OUT è inibisce la tirosinase,  i principi attivi sono

ACIDO KOJICO: Blocca la trasformazione della proteina Tyra in tyrosinasi

ACIDO AZELAICO: Cheratolitico. Inibitore dell’iperattività del melanocita (inibisce la  polimerasi DNA ed enzimi mitocondriali della catena respiratoria)

ARBUTINA: Inibitore della Tirosinasi

ESILRESORCINOLO: Inibitore della Tirosinasi

NIACINAMIDE: Stimola la sintesi dei lipidi dello strato corneo, favorisce la ritenzione  idrica

TOCOFEROLO (Vit E): Previene l’ossidazione delle componenti cellulari essenziali.

VITAMINA  C:Coinvolta nel processo di trasformazione dell’ hidroxiprolina, costituente  essenziale del collagene. Neutralizza i radicali liberi e rigenera la vitamina E

RETINOLO: La vitamina A si lega con i recettori dell’acido retinoico (RAR) e / o i  recettori dei retinoidi X (RXR). Il complesso formato modula la trascrizione di geni  coinvolti nella formazione del collagene di tipo I e III e inibisce la metalloproteinasi  della matrice.

ALLANTOINA: azione cheratolitica: stimola la desquamazione eliminando i corneociti  danneggiati distruggendo gli elementi coesivi. Promuove l’idratazione dell’epidermide:  aumenta la capacità di legare acqua dei corneociti. Ha proprietà calmanti e anti-  irritanti. Promuove la guarigione, stimolando la proliferazione cellulare.

I risultati sono straordinari dalla prima seduta. La pelle comincia a modificarsi: i tessuti vengono ossigenati in profondità, l’idratazione aumenta, le macchie vengono minimizzate e si ottiene un visibile effetto anti-age globale, per un incarnato subito più uniforme e luminoso, una pelle più giovane, fresca e luminosa.

DISCROMIE CUTANEE*

– 25% INTENSITÀ DISCROMIA

– 60% DIMENSIONE DISCROMIA

+ 28% UNIFORMITÀ DELL’INCARNATO

+ 40% EFFETTO ANTI-AGE GLOBALE

> SINTESI DI COLLAGENE

< DEGRADAZIONE DI COLLAGENE

Risultati Spot Out

  

Disempre+light

Braccia Sode

Avere le braccia sode dopo i 30 anni si può?

Avere braccia sode e toniche è importante per ogni donna, ma lo sanno bene le ragazze oltre i 30. Appena arriva la bella stagione le braccia vengono messe in primo piano da vestiti sbracciati e canottiere.

Per quello che riguarda il tono muscolare la cura migliore è l’esercizio fisico. Di seguito una serie di semplici esercizi per tonificare la muscolatura delle braccia. A volte non è sufficiente e per questo si ricorre a trattamenti a base di prodotti specifici e macchinari. Di seguito ti illustreremo cosa puoi fare!

 

ESERCIZIO FISICO

Fare pesi con le braccia con manubri da 1kg, esistono anche dei bracciali pieni di sabbia più comodi dei manubri.

Quando non farete più fatica con il peso da 1 kg passate a 1,5 e successivamente a 2kg

Durante l’esercizio è importante eseguire il movimento nel modo corretto, concentratevi su quello che state facendo.

Lavorate con delle serie di esercizi da 10-20 ripetute eseguendo anche o 4 serie di ripetizioni con una pausa di 2 minuti ogni volta.

 

TRICIPITI

In piedi oppure sedute su una panca, piegare il gomito portando il peso dietro la nuca lentamente e successivamente riportarlo sopra la testa allungando il braccio.

BICIPITI

Sedute su una panca, busto leggermente flesso, gomito sulla coscia eseguire delle flesso estensioni del manubrio lentamente. Importante tenere fermo il polso ed eseguire in modo concentrato questo esercizio.

SPALLE

 

In piedi di fronte ad uno specchio, braccia lungo i fianchi con 2 manubri alzare fino ad altezza spalle e tornare lentamente. Cercate di eseguire l’esercizio in modo simmetrico.

 

RADIOFREQUENZA

Si basa sull’azione di onde elettromagnetiche e stimola le cellule all’auto riparazione. La seduta dura 30 minuti. Le onde elettromagnetiche vengono indirizzate dove i tessuti sono maggiormente cadenti e rilassati, generando un calore graduale dalll’interno che arriva fino alle fasce muscolari più superficiali.

Questo calore spinge le fibre di collagene a ricompattarsi e rigenerarsi donando nuovo spessore.

Per ottenere risultati apprezzabili occorreranno almeno 5 sedute.

TRATTAMENTI

Il trattamento pepper di Gerard’s è un anticellulite con effetti sorprendenti sul tono della pelle.

 

SCOPRI PEPPER TREATMENT

 

Mary Rose massaggio posturale compattante è un trattamento completo che va ad agire sui blocchi causati da una scorretta postura.

 

SCOPRI COMPATTAZIONE POSTURALE MARY ROSE

 

PRODOTTI

Ottima autocura domiciliare Raxodo di Gerard’s