fbpx

Archivio mensile Maggio 2019

Disempre+light

Peeling

L’Importanza dell’esfoliazione con il Peeling

Una pratica essenziale nel rituale del mantenimento cosmetico per tutte le persone che vogliono eliminare a fondo le impurità della pelle e mantenerla con un aspetto liscio e sano è un’esfoliazione regolare attraverso i peeling.

La pelle del nostro corpo richiede prima di tutto un’igiene giornaliera, ed in secondo luogo una cura continua in tutte le età quindi durante tutte le stagioni dell’anno.         

È importante conoscere la struttura della pelle perché è qui che la maggior parte degli agenti esfolianti agisce. Prestando maggiore attenzione al suo strato superficiale.

La pelle è costituita da 3 strati fondamentali:

  • Epidermide
  • Derma
  • Ipoderma

Il fenomeno naturale della desquamazione si verifica nello strato più esterno della pelle, l’epidermide.

Può essere artificialmente accelerato dall’applicazione di forme cosmetiche di vario genere per:

  • Migliorare l’aspetto e la luminosità della pelle
  • Migliorare la penetrazione, e di conseguenza l’efficacia di altri cosmetici che possono essere applicati sulla zona trattata

L’epidermide è lo strato più esterno del tessuto cutaneo ed è costituita, a sua volta, da diversi sottostrati caratterizzati da un crescente grado di cheratinizzazione (dallo strato basale o germinativo, strato spinoso, strato granuloso, strato lucido e lo strato corneo)

Lo spessore medio è stimato tra 0.1 e 0.2 mm, sebbene vi siano variazioni importanti a seconda dell’area del corpo, ad esempio:

  • Volto: 0,02 mm ca.
  • Palmo  delle  mani e pianta  piedi: da 1 a 5 mm

lo strato più esterno e più cheratinizzato dell’epidermide è lo strato corneo

Questo è composto da diversi strati sovrapposti di corneociti.

I meccanismi di aderenza che tengono insieme i corneociti si indeboliscono mentre avanzano verso gli strati più superficiali, il che finisce per facilitare il loro distacco naturale.

Grazie a questa struttura e alle dinamiche di rigenerazione cellulare, la pelle:

  • Mantiene uno spessore più o meno costante
  • Mantiene un equilibrio tra la differenziazione delle cellule dello strato basale e il processo desquamativo

Cos’è il Peeling e l’esfoliazione

L’esfoliazione, (peeling o scrub) comporta la distruzione e l’eliminazione controllata delle cellule epidermiche mediante l’applicazione di una preparazione topica

L’azione esfoliante è svolta conseguentemente da acidi come:

  • AHA (alfa idrossi acidi: acido lattico, glicolico, malico, ecc.),
  • BHA (betaidrossiacidi: acido salicilico, ecc.)

A concentrazioni e pH controllati questi ingredienti attivi sono in grado di chelare lo ione calcio presente nell’epidermide, che è indispensabile per la formazione delle giunzioni intercellulari dei cheratinociti dello strato corneo; in questo modo la coesione dei corneociti diminuisce, favorendo la desquamazione e quindi il rinnovamento cellulare.

Alcuni dei peeling perciò hanno un’azione negli strati più superficiali della pelle, altri, tuttavia, esercitano la loro azione sul derma.

Gli Idrossiacidi , abbassano il pH cutaneo, l’equilibrio tra acidità e alcalinità

  • Questa azione provoca una rottura delle connessioni intercellulari, eliminando cellule morte e vecchie
  • Come risultato, lo strato basale della pelle inizia il processo di rinnovamento dei tessuti, producendo nuove cellule fino a quando le cellule vecchie invecchiate vengono sostituite

Risultati

Un peeling chimico può:

  • Donare una pelle più giovane e sana in un breve periodo di tempo
  • Migliorare il tono generale e la texture della  pelle
  • Illuminare ed assottigliare  la  pelle
  • Rimuovere o ridurre iper pigmentazione, melasma, danni del sole e macchie di età, cheratosi ed altre problemtiche
  • Ridurre l’aspetto della dimensione dei pori
  • Ammorbidire le rughe e le liee sottili
  • Ridurre o eliminare le cicatrici da acne e acne
  • Stimolare la produzione di collagene con conseguente pelle più soda
  • Migliorare l’idratazione della pelle

Controindicazioni

Tutti i peeling hanno controindicazioni comuni, che sono:

  • Uso recente di isotretinoina (un medicinale usato per curare l’acne)
  • Chirurgia recente nella zona o radioterapia
  • Infezione attiva da herpes che colpisce l’area da trattare
  • Sistema immunitario basso. Questo può ritardare la guarigione e aumentare il rischio di infezione e cambiamenti di colore nella pelle dopo l’applicazione del peeling
  • diabete
  • Conosciute allergie a determinati farmaci
  • Scottature solari
  • Ferite Aperte
  • Epilazione laser prima/dopo 7 giorni
  • Rasatura o ceretta immediatamente prima o dopo

SALICYLIC Acid estratto dalla corteccia del salice 

Salicylic Acid 10%, 20% e 30%

pH 1.6 – 2.0

Diminuisce lo spessore dello strato corneo

  • Acne in fase molto attiva e aggressiva  è consigliata la concentrazione del 30%)
  • Batteriostatico
  • Ipercheratosi
  • Pori Dilatati

Per pelli miste e grasse

LACTIC Acid

Lactic Acid 30%, 40% e 50%

pH 1.6 – 2.0

  • Eritrosi, couperose e rosacea
  • Crono-invecchiamento
  • Adeguato per la zona  perioculare

Adatto per pelli sensibili, secche, sottili e disidratate

MANDELIC Acid

Mandelic Acid 30%, 40% e 50%

pH 1.6 – 2.0

  • Acne Infiammatoria
  • Iperpigmentazione
  • Pelle sensibile e scura (fototipi da IV a VI)
  • Ipercheratinizzazione

Tratta le irregolarità pigmentarie e l’acne infiammatoria

GLYCOLIC Acid

Glycolic Acid 20%,50% e 70%

pH 1.6 – 2.0

Rinnova strati esterni dell’epidermide e, in questo modo, attenua i segni del tempo

  • Rughe profonde e moderate
  • Pelle stanca e avvizzita
  • Lesioni cheratiniche
  • Iperpigmentazione
  • Problemi legati all’acne

Molto efficace per regolare e riattivare i processi di sintesi cellulare,  possiede un’alta tollerabilità cutanea e una ridotta dimensione  molecolare che gli garantiscono un’ottimale capacità di penetrazione  transdermica.


Peeling Combinati

PHOTO-AGING Peel

Lactic Acid1 4% + Citric Acid 8% + Salicylic Acid14%  pH 1.8 – 2.2

  • Discromie
  • Ipercheratosi
  • Linee sottili
  • Pelle atona e spenta

Diminuisce i segni visibili dei danni solari

PURIFYING Peel

Salicylic Acid 20% + Azelaic Acid  20 %  pH 2.0 – 2.5

  • Acne e cicatrici acneiche
  • Follicoliti
  • Ipercheratosi
  • Couperose acneica

Dona soluzioni complete per problematiche relative all’acne

MESOSHINE Peel

Salicylic Acid 20% + Azelaic Acid 10% +Urea 5% + Allantoin 0.1%

pH 1.6 – 2.2

  • Cicatrici/smagliature
  • Flaccidità
  • Dermatite seborroica
  • Forfora

Forte effetto esfoliante

REJUVENATING Peel

Pyruvic Acid 40% + Lactic Acid 10%  pH 1.6 – 2.2

  • Rughe da leggere a moderate
  • Pelle secca e disidratata
  • Acne Infiammatoria e non infiammatoria

Attenua le manifestazioni dell’invecchiamento cutaneo, i problemi legati all’acne e le lesioni cheratosiche

RADIANCE Peel

Glycolic Acid 34% + Citric Acid 10% + Lactic Acid 10% + Kojic Acid 5% +  Salicylic Acid 3%, Hexylresorcinol al 2%

pH 2.25 – 3.25

  • Chloasma e Melasma
  • Macchie senili
  • Photo-aging
  • Lentigo solari

Realizza un’azione schiarente duratura

Nb: il colore nero è dovuto alla presenza del Resorcinolo


Applicazione  dei peeling chimici

Il cliente può avvertire una leggera sensazione di pizzicore o formicolio che si attenuerà in pochi secondi

Se si desidera, è possibile utilizzare un ventilatore durante l’applicazione per il comfort del paziente

Immediatamente dopo l’applicazione della peel TKN, la pelle apparirà rosa o rossa, come la scottatura solare o, in alcuni casi, più scura. Questo è normale e dovrebbe essere previsto

Con i peel TKN, il peeling inizia in genere dopo un paio di giorni

Dopo un trattamento, o durante un percorso di peelingTKN, è opportuno seguire un’autocura specifica indicata dall’estetista. In base ai bisogni di ciascuna tipologia di pelle.

Già dopo sei o sette sedute il trattamento è concluso ed i risultati sono spesso sconvolgenti.

I risultati durano più a lungo se la pelle viene mantenuta con i prodotti di cura della pelle (RE) evolution e con i booster di mantenimento. In genere si consiglia di eseguire da due a quattro trattamenti all’anno per mantenere i risultati.


Frequenza di Utilizzo

Un peeling chimico rende perciò la pelle drasticamente più giovane. Specialmente se si esegue in una serie di 2-4 trattamenti che includono l’utilizzo di un prodotto di autocura domiciliare durante tutto il tempo l’applicazione di peeling TKN.